SCONTO 20% codice GUSTO20

Guanciale di Cinta senese D.O.P. - Cose del Posto
Guanciale di Cinta senese D.O.P.
Guanciale di Cinta senese D.O.P.
Guanciale di Cinta senese D.O.P.
  • Carica l'immagine nel visualizzatore di Gallery, Guanciale di Cinta senese D.O.P. - Cose del Posto
  • Carica l'immagine nel visualizzatore di Gallery, Guanciale di Cinta senese D.O.P.
  • Carica l'immagine nel visualizzatore di Gallery, Guanciale di Cinta senese D.O.P.
  • Carica l'immagine nel visualizzatore di Gallery, Guanciale di Cinta senese D.O.P.

Guanciale di Cinta senese D.O.P.

Prezzo di listino
€28,75
Prezzo scontato
€28,75
Prezzo di listino
Esaurito
Prezzo unitario
per 
Imposte incluse. Spedizione calcolata al momento del pagamento.

Immagine a puro scopo illustrativo

Ottenuto dalla gota (guancia) di suini cinti selezionati, riconoscibili dal tipico mantello nero attraversato da una “cintura” bianca. Il guanciale è costituito dalla parte carnosa della guancia del suino che dopo un “massaggio” con un impasto di sale, pepe, aceto e aglio pestato, viene tenuto per 15 giorni sotto sale grosso, quindi ripulito, salato di nuovo e aromatizzato con pepe nero macinato. Al taglio si presenta con fasce di magro rosa intramezzato da grasso. Può essere gustato al naturale, affettato sottilmente o scaldato appena e poi posto su fette di pane insipido. La sua vera vocazione è però quella di finire nei sughi, soprattutto all'amatriciana e alla carbonara.

PEZZATURA: 600 grammi.

NOTE SPECIFICHE: Guanciale stagionato sottovuoto di pura razza Cinta Senese.

INGREDIENTI: Carne di suino razza cinta senese D.O.P.; sale; destrosio; saccarosio; aglio; pepe; conservanti: E250; E252. Budello non edibile.

MODALITA’ DI CONSERVAZIONE: Da conservare in luogo fresco e asciutto.

SCADENZA MEDIA: 90 giorni.

ABBINAMENTI CONSIGLIATI: Il guanciale può essere gustato al naturale, affettato sottilmente o scaldato appena e poi posto su fette di pane insipido o bruschette. In questo caso si consiglia l’abbinamento con Vini rossi decisi oppure con Birre doppio malto. La sua vera vocazione è però quella di finire nei sughi, soprattutto alla amatriciana e alla carbonara di cui rappresenta l’elemento fondamentale.

Language
Italian
Open drop down