SCONTO 20% codice GUSTO20

Guanciale toscano - Cose del Posto
Guanciale toscano - Cose del Posto
Guanciale toscano
Guanciale toscano
Guanciale toscano
  • Carica l'immagine nel visualizzatore di Gallery, Guanciale toscano - Cose del Posto
  • Carica l'immagine nel visualizzatore di Gallery, Guanciale toscano - Cose del Posto
  • Carica l'immagine nel visualizzatore di Gallery, Guanciale toscano
  • Carica l'immagine nel visualizzatore di Gallery, Guanciale toscano
  • Carica l'immagine nel visualizzatore di Gallery, Guanciale toscano

Guanciale toscano

Prezzo di listino
€7,40
Prezzo scontato
€7,40
Prezzo di listino
Esaurito
Prezzo unitario
per 
Imposte incluse. Spedizione calcolata al momento del pagamento.

Il guanciale stagionato prodotto dai toscani è un taglio di carne derivante dalla guancia del maiale, questo pezzo è composto da grasso pregiato con venatura di carne tenera all'interno. Il guanciale viene salato e speziato per poi essere stagionato per diversi mesi. Il guanciale è utilizzato nella cucina italiana per la preparazione di diversi piatti, alcuni dei più celebri sono gli spaghetti all'Amatriciana e la Carbonara. Per gustare a pieno il guanciale è necessario estrarre la cotenna e tagliare il prodotto a mano dividendolo in striscioline, a questo punto è pronto per essere usato nella preparazione di gustosissimi sughi artigianali o semplicemente essere spalmato sul pane fresco.

PEZZATURA: 350 grammi circa.

NOTE SPECIFICHE: Trancio di Guanciale Toscano stagionato sottovuoto.

INGREDIENTI: Carne di suino; sale; destrosio; saccarosio; aglio; pepe; peperoncino; conservanti: E250; E252. Budello non edibile.

MODALITA' DI CONSERVAZIONE: Luogo fresco e asciutto.

SCADENZA MEDIA: 90/120 giorni.

ABBINAMENTI CONSIGLIATI: Il guanciale può essere gustato al naturale, affettato sottilmente o scaldato appena e poi posto su fette di pane insipido o bruschette. In questo caso si consiglia l’abbinamento con Vini rossi decisi oppure con Birre doppio malto. La sua vera vocazione è però quella di finire nei sughi, soprattutto alla amatriciana e alla carbonara di cui rappresenta l’elemento fondamentale.