SCONTO 20% codice GUSTO20

Tartufo bianchetto Marzuolo - Tuber borchii Vitt. - Cose del Posto

Tartufo bianchetto Marzuolo - Tuber borchii Vitt.

Prezzo di listino
€69,30
Prezzo scontato
€69,30
Prezzo di listino
Esaurito
Prezzo unitario
per 
Imposte incluse. Spedizione calcolata al momento del pagamento.

Il tartufo bianchetto viene raccolto dal 15 Gennaio fino al 30 Aprile; esternamente presenta una superficie liscia di colore giallo ocra o giallo olivastro. La polpa interna è bianca giallastra con sfumature marroncine che variano a seconda della maturazione, del tipo di suolo e alla pianta con cui vive in simbiosi: ad esempio i tartufi che nascono nei pressi in una quercia, presentano una gleba color nocciola, mentre quelli che crescono vicino ai faggi, sono più rossicci. Ha un profumo particolarmente accentuato e particolare, tagliato a scaglie è il condimento per eccellenza su primi piatti ma anche su secondi di carne caldi e freddi.

PEZZATURA: 100 grammi.

CONSERVAZIONE ED UTILIZZO: Il tartufo fresco è un prodotto che va consumato entro pochi giorni per assaporarne il gusto e l'aroma nella loro integrità. Passato questo lasso di tempo è ancora possibile mangiare il prodotto, tenendo conto che comincerà a perdere alcune delle sue qualità che lo rendono così speciale. Delle piccole macchioline di muffa sono assolutamente normali in quanto il tartufo è un fungo ipogeo e, come tutti i funghi, ha un corpo vegetativo rappresentato da una muffa biancastra. Il tartufo nasce letteralmente dalla simbiosi di muffe e radici alle quali rubano le sostanze nutritive. Il tartufo necessita di una pulizia esterna prima di essere utilizzato, idealmente sotto acqua corrente fredda con uno spazzolino, così da liberarlo da eventuali residui di terra e piccole macchie di muffa. Per conservarlo al meglio consigliamo di riporlo in frigo per circa 7 giorni altrimenti può essere tranquillamente congelato.

DOVE SI TROVA: Il tartufo è un frutto della terra, un tesoro sotterraneo estremamente pregiato e ricercato. Come i funghi, nascono spontaneamente nel suolo ad una profondità che varia dai 10 ai 60 centimetri in zone libere, come boschi o terreni non coltivati, lungo gli argini dei fiumi o in aree controllate denominate “tartufaie”.

LA RACCOLTA: I Tartufai sono coloro che, con l’aiuto di cani addestrati, si adoperano nella ricerca dei tartufi. Al fine di poter svolgere l’attività è necessario essere in possesso di apposita autorizzazione rilasciata dalle Comunità Montane.

Language
Italian
Open drop down