Spedizione GRATIS per ordini superiori a 79€

Tartufo bianco Trifola - Tuber Magnatum Pico - Cose del Posto
Tartufo bianco Trifola - Tuber Magnatum Pico - Cose del Posto
  • Carica l'immagine nel visualizzatore di Gallery, Tartufo bianco Trifola - Tuber Magnatum Pico - Cose del Posto
  • Carica l'immagine nel visualizzatore di Gallery, Tartufo bianco Trifola - Tuber Magnatum Pico - Cose del Posto

Tartufo bianco Trifola - Tuber Magnatum Pico

Prezzo di listino
€189,00
Prezzo scontato
€189,00
Prezzo di listino
€245,00
Esaurito
Prezzo unitario
per 
Imposte incluse. Spedizione calcolata al momento del pagamento.

➡️PEZZATURA: 50 grammi*.

Il tartufo bianco è il più costoso, raro e ricercato; viene raccolto dall'ultima domenica di settembre fino al 31 dicembre.

Ha un profumo particolarmente accentuato e particolare, tagliato a scaglie è il condimento per eccellenza su primi piatti ma anche su secondi di carne caldi e freddi.

Per conservarlo al meglio consigliamo di riporlo in frigo per circa 7 giorni altrimenti può essere tranquillamente congelato.

Come si riconosce il tartufo bianco?
Esternamente presenta una superficie liscia di colore giallo ocra o giallo olivastro.
La polpa interna è bianca giallastra con sfumature marroncine che variano a seconda della maturazione, del tipo di suolo e alla pianta con cui vive in simbiosi: ad esempio i tartufi che nascono nei pressi in una quercia, presentano una gleba color nocciola, mentre quelli che crescono vicino ai faggi, sono più rossicci.

CONSERVAZIONE ED UTILIZZO: Il tartufo fresco è un prodotto che va consumato entro pochi giorni per assaporarne il gusto e l'aroma nella loro integrità.
Passato questo lasso di tempo è ancora possibile mangiare il prodotto, tenendo conto che comincerà a perdere alcune delle sue qualità che lo rendono così speciale.

Delle piccole macchioline di muffa sono assolutamente normali in quanto il tartufo è un fungo ipogeo e, come tutti i funghi, ha un corpo vegetativo rappresentato da una muffa biancastra.
Il tartufo nasce letteralmente dalla simbiosi di muffe e radici alle quali rubano le sostanze nutritive.
Il tartufo necessita di una pulizia esterna prima di essere utilizzato
, idealmente sotto acqua corrente fredda con uno spazzolino, così da liberarlo da eventuali residui di terra e piccole macchie di muffa.
Per conservarlo al meglio consigliamo di riporlo in frigo per circa 7 giorni altrimenti può essere tranquillamente congelato.

*Le pezzatura selezionata è composta da tartufi di una pezzatura media minore o uguale a circa 15 grammi.

SPEDIZIONE: Questo prodotto viene spedito solo nei primi giorni della settimana in base alle disponibilità e consegnato in 24/48 ore.

PRODUTTORE: Azienda Agricola Diotallevi Tartuficultura

DOVE SI TROVA

Il tartufo è un frutto della terra, un tesoro sotterraneo estremamente pregiato e ricercato. Come i funghi, nascono spontaneamente nel suolo ad una profondità che varia dai 10 ai 60 centimetri in zone libere, come boschi o terreni non coltivati, lungo gli argini dei fiumi o in aree controllate denominate “tartufaie”.

LA RACCOLTA

I Tartufai sono coloro che, con l’aiuto di cani addestrati, si adoperano nella ricerca dei tartufi. Al fine di poter svolgere l’attività è necessario essere in possesso di apposita autorizzazione rilasciata dalle Comunità Montane.