Spedizione gratuita in Italia per ordini superiori a 79€

Barbaresco DOCG "Basarin" Angelo Negro

Barbaresco DOCG "Basarin" Angelo Negro

Prezzo di listino
€36,00
Prezzo scontato
€36,00
Prezzo di listino
€43,20
Esaurito
Prezzo unitario
per 
Imposte incluse. Spedizione calcolata al momento del pagamento.

"La massima espressione del territorio racchiusa in vini di grande carattere e personalità, prodotti solo nelle grandi annate e curati in ogni dettaglio, dalla vendemmia all'affinamento"... Nasce il Barbaresco DOCG "Basarin" Angelo Negro, un rosso dal Colore rosso granato classico, molto intenso. All’olfatto è preciso, ricorda i profumi di frutta rossa, spezie ed agrumi. Il gusto è ben bilanciato, elegante senza eccessiva asperità tannica, con retrogusto morbido, speziato e mentolato.
Vinificazione: Macerazione: tradizionale, cappello galleggiante minimo per 15-18 giorni circa; Affinamento: 26 mesi totali, tra botti di rovere di slavonia e bottiglia; Conservazione e durata: bottiglia coricata, oltre 10 anni

PEZZATURA: Bottiglia da 0,75 Litri.

PROVENIENZA: Piemonte.

VITIGNI: 100% Nebbiolo.

GRADAZIONE: 14% vol.

TEMPERATURA DI SERVIZIO: Temperatura compresa tra 12/18°C.

MODALITA' DI CONSERVAZIONE: In luogo fresco e lontano dalla luce del sole.

PRODUTTORE: Azienda Agricola Negro Angelo e Figli – di Giovanni Negro - Monteu Roero (CN).

NOTE SPECIFICHE: Contiene solfiti.

La Famiglia

Famiglia Negro

Sin dal 1670 coltiviamo vigneti sulle colline del Roero e lavoriamo per interpretare al meglio le potenzialità di questo angolo di Piemonte, dedicando i nostri vini ai prestigiosi vitigni autoctoni, valorizzati ciascuno nella propria identità. La passione che anima il nostro mestiere ed il rapporto di amore e rispetto che ci lega profondamente al territorio hanno origini antiche. La nostra è infatti una famiglia storica, fiera delle proprie radici e orgogliosa custode di un prezioso patrimonio di saperi e tradizioni. L’estratto di un registro catastale rinvenuto negli archivi del comune di Monteu Roero offre una testimonianza degli oltre 3 secoli di storia che ci legano a queste terre. Da esso si evince che nel 1670 “Giovanni Dominico Negro, figlio di Audino” era proprietario, nella stessa zona in cui oggi si trova il podere Perdaudin con i suoi prestigiosi vigneti, di una casa con forno, aia, cantina e filari di viti.