Spedizione GRATIS per ordini superiori a € 69

Sharis Bianco IGT Venezia Giulia Livio Felluga

Sharis Bianco IGT Venezia Giulia Livio Felluga

Prezzo di listino
€15,00
Prezzo scontato
€15,00
Prezzo di listino
€17,00
Esaurito
Prezzo unitario
per 
Imposte incluse. Spedizione calcolata al momento del pagamento.

Lo Sharis di Livio Felluga è un vino leggero ottenuto con uve di Chardonnay e Ribolla gialla, il risultato è un vino bianco fresco e profumato, con aromi agrumati, fruttati e delicate sfumature floreali. Unisce le note eleganti e intense di un nobile vitigno internazionale come lo Chardonnay al profilo più essenziale e agrumato della Ribolla Gialla, la varietà autoctona a bacca bianca più diffusa in Friuli Venezia Giulia. Un vino che rappresenta simbolicamente il punto di sintesi tra la tradizione del territorio e la secolare vocazione di queste terre a ospitare gli storici vitigni d’origine francese.

  • Procedimento: Per ottenere questo vino l'uva viene delicatamente diraspata e lasciata in macerazione per un breve periodo. Successivamente viene pressata in modo soffice ed il mosto ottenuto viene chiarificato tramite decantazione. La fermentazione avviene a temperatura controllata in recipienti di acciaio inox. A fine fermentazione il vino viene mantenuto sui lieviti per sei mesi. Il vino imbottigliato viene normalmente conservato in locali termocondizionati per almeno due mesi.
  • Caratteristiche: Dal colore giallo canarino con riflessi dorati, il suo profumo è intenso ed accattivante. Eleganti note di fiori bianchi e gialli: gelsomino, mughetto, giglio dorato e mimosa e freschi richiami fruttati di lime, amolo e mela Golden. Finale di crema pasticcera al limone. Il gusto risulta vivace, equilibrato e avvolgente. Piacevole presenza di frutta bianca matura, nespola, ciliegia bianca, uva spina e kiwi. Accenni balsamici in chiusura e buona persistenza con retrogusto agrumato.
  • Abbinamenti: Ottimo come aperitivo, si accompagna egregiamente agli asparagi, alle minestre di verdure, ai passati di legumi e al pesce marinato.

Scheda tecnica

PEZZATURA: Bottiglie da 0,75 L.

PROVENIENZA: Friuli Venezia Giulia.

VITIGNI: Chardonnay - Ribolla Gialla.

GRADAZIONE: 13% vol.

TEMPERATURA DI SERVIZIO: Temperatura compresa tra 8/10°.

MODALITA' DI CONSERVAZIONE: in luogo fresco e lontano dalla luce del sole.

PRODUTTORE: Livio Felluga - Corno di Rosazzo (UD).

NOTE SPECIFICHE: Contiene solfiti.

Storia Livio Felluga

È facile intuire come la storia di Livio Felluga e del suo vino si intrecci con la storia di quella particolare terra che circonda l’estremo nord est dell’Adriatico, il punto di contatto fra il Mediterraneo e l’Europa centrale. Storia di confini più volte cambiati, imperi scomparsi, guerre passate... di genti che qui si sono fermate. È la storia di un uomo che ha attraversato due guerre mondiali, è vissuto nell’Impero Austroungarico prima e nel giovane Regno d’Italia poi, ha abitato sulla costa rocciosa della penisola istriana e nella Grado lagunare. Livio Felluga si trasferì in Friuli alla fine degli anni ’30, per stabilirsi sui dolci contrafforti delle colline di Rosazzo. Il suo sogno di produrre vino di collina fu interrotto dal richiamo al fronte. Come se non bastasse, il ritorno in Italia non fu facile per i reduci della Seconda Guerra Mondiale: i confini fisici, politici ed etnici erano cambiati, stravolti per sempre, come lo stesso paesaggio agricolo e sociale della collina. La popolazione contadina se ne stava andando, impoverendo ulteriormente la terra e abbandonando colture, valori e tradizioni ad essa legati. Livio Felluga dovette intraprendere una nuova battaglia per far risorgere la collina, convinto che solo la rinascita della coltivazione di qualità potesse riportare la vita nella campagna friulana. Con grande coraggio cominciò a restaurare gli antichi vigneti di Rosazzo ed impiantarne di nuovi, introducendo idee e metodi innovativi. Un lavoro duro, intrapreso con grande caparbietà e passione che lo porterà nel corso degli anni a creare una delle più belle e significative realtà aziendali del Belpaese, acquisendo a pieno diritto il titolo di rifondatore della tradizione viticola friulana e attore di riferimento del rinascimento enologico italiano.