Spedizione gratis per ordini superiori a 79€

Sossó Rosso DOC Riserva 2016 Livio Felluga

Sossó Rosso DOC Riserva 2016 Livio Felluga

Prezzo di listino
$67.83
Prezzo scontato
$67.83
Prezzo di listino
$81.39
Esaurito
Prezzo unitario
per 
Imposte incluse. Spedizione calcolata al momento del pagamento.

Nato nel 1989, prende il nome dal piccolo rivo Sossò che sorge ai piedi della collina da cui provengono le uve. Frutto di un’accurata selezione di Merlot e Refosco dal Peduncolo Rosso con un piccolo apporto di Pignolo, è il risultato di una meticolosa vinificazione di uve prodotte da vecchi vigneti di Rosazzo. Vino di grande complessità e struttura, si contraddistingue per i tannini eleganti, maturi, fruttati e dolci.

  • Caratteristiche: Il colore è rosso rubino profondo ed impenetrabile con riflessi purpurei. Il profumo intenso e complesso. Si caratterizza per un ampio bouquet olfattivo. Una gradevole nota floreale di viola appassita si fonde a sentori fruttati quali marasca, cassis, mirtillo, mora e chutney di prugna selvatica. Evolve nel calice sviluppando sensazioni balsamiche di mentuccia e liquirizia che si amalgamano a profumi speziati come pepe nero, tamarindo e fave di cacao. Un’intrigante fragranza di tabacco kentucky completa il ventaglio aromatico. Dal gusto elegante, di corpo e vellutato. Si ritrovano intensi sentori di frutti di bosco ed arancia candita. Note mentolate e balsamiche di mirto e salvia si arricchiscono con aromi di cacao, pimento e richiami di radice di liquirizia. Di ottima persistenza, carnoso e avvolgente, con tannini ben integrati.
  • Abbinamenti: Ottimo in abbinamento con carni rosse, arrosti, selvaggina da piuma, formaggi di media e lunga stagionatura.

Scheda tecnica

PEZZATURA: Bottiglia da 0,75 Litri.

PROVENIENZA: Friuli Venezia Giulia.

VITIGNI: MERLOT, REFOSCO DAL PEDUNCOLO ROSSO, PIGNOLO.

GRADAZIONE: 14% vol.

TEMPERATURA DI SERVIZIO: Temperatura compresa tra 12/18°C.

MODALITA' DI CONSERVAZIONE: In luogo fresco e lontano dalla luce del sole.

PRODUTTORE: Livio Felluga - Corno di Rosazzo (UD).

NOTE SPECIFICHE: Contiene solfiti.

Storia Livio Felluga

È facile intuire come la storia di Livio Felluga e del suo vino si intrecci con la storia di quella particolare terra che circonda l’estremo nord est dell’Adriatico, il punto di contatto fra il Mediterraneo e l’Europa centrale. Storia di confini più volte cambiati, imperi scomparsi, guerre passate... di genti che qui si sono fermate. È la storia di un uomo che ha attraversato due guerre mondiali, è vissuto nell’Impero Austroungarico prima e nel giovane Regno d’Italia poi, ha abitato sulla costa rocciosa della penisola istriana e nella Grado lagunare. Livio Felluga si trasferì in Friuli alla fine degli anni ’30, per stabilirsi sui dolci contrafforti delle colline di Rosazzo. Il suo sogno di produrre vino di collina fu interrotto dal richiamo al fronte. Come se non bastasse, il ritorno in Italia non fu facile per i reduci della Seconda Guerra Mondiale: i confini fisici, politici ed etnici erano cambiati, stravolti per sempre, come lo stesso paesaggio agricolo e sociale della collina. La popolazione contadina se ne stava andando, impoverendo ulteriormente la terra e abbandonando colture, valori e tradizioni ad essa legati. Livio Felluga dovette intraprendere una nuova battaglia per far risorgere la collina, convinto che solo la rinascita della coltivazione di qualità potesse riportare la vita nella campagna friulana. Con grande coraggio cominciò a restaurare gli antichi vigneti di Rosazzo ed impiantarne di nuovi, introducendo idee e metodi innovativi. Un lavoro duro, intrapreso con grande caparbietà e passione che lo porterà nel corso degli anni a creare una delle più belle e significative realtà aziendali del Belpaese, acquisendo a pieno diritto il titolo di rifondatore della tradizione viticola friulana e attore di riferimento del rinascimento enologico italiano.